I prezzi di luce e gas all'ingrosso, PUN, TTF e PSV

La vendita dell'energia elettrica e del gas ai clienti finali, consumatori ed aziende, è anticipata dalla compravendita dell'energia sui mercati all'ingrosso. Ciò avviene attraverso le rispettive borse energetiche e regolate dal gestore del mercato energetico, GME.

In questa fase i grossisti acquistano l'energia generata oppure approvvigionata per rivenderla alle società di vendita al dettaglio. Tale attività va a determinare di fatto i prezzi di luce e gas all'ingrosso; rispettivamente il PUN (prezzo unico nazionale) e il PSV (prezzo scambio virtuale). Distinguiamo poi per l'energia elettrica anche i prezzi biorari individuati dal PUN peak e dal PUN peak-off rispettivamente relativo agli orari di picco (fascia F1) e agli orari fuori picco (fascia F23).

L'indice di riferimento delle offerte gas, oltre al citato PSV, piò essere determinato anche dal TTF che si riferisce alla compravendita su base Europea. Poichè i valori del PUN, del PSV e del TTF sono variabili con continuità si considerano come riferimenti per le tariffe i valori medi ad esempio su base mensile oppure trimestrale.

La tariffa regolamentata di energia elettrica si riferisce al PUN trimestrale, quelle placet variabili al PUN mensile. Per il gas, invece, sia la tariffa tutelata che quelle placet fanno riferimento al TTF trimestrale. Le tariffe tutelate di luce e gas su base annua hanno come riferimento la media del PUN e del TTF trimestrale su 4 trimestri, quello in essere e i tre che seguono.
L'andamento dei prezzi all'ingrosso dell'energia è infatti regolato da compravendite che gli operatori si impegnano ad eseguire a scadenze future, si parla a tal riguardo di prezzi forward. Questi prezzi, indicatori del costo dell'energia nei trimestri a venire, sono riportati in €/MWh (€ per 1000 KWh) sul sito istituzionale del mercato elettrico alla voce mercato a termine, MTE.

A seguire riportiamo l'andamento del PUN monorario medio mensile F0 in €/kWh, comprensivo delle perdite di rete. Si riporta inoltre il TTF medio trimestrale in €/smc (fino ad agosto 2023) e corrispondente valore mensile (da settembre 2023).

periodo
PUN F0
agosto 2020
0,04032
settembre 2020
0,04880
ottobre 2020
0,04357
novembre 2020
0,04875
dicembre 2020
0,05404
gennaio 2021
0,06071
febbraio 2021
0,05657
marzo 2021
0,06039
aprile 2021
0,06902
maggio 2021
0,06991
giugno 2021
0,08480
luglio 2021
0,10266
agosto 2021
0,11240
settembre 2021
0,15859
ottobre 2021
0,21763
novembre 2021
0,22595
dicembre 2021
0,28124
gennaio 2022
0,22450
febbraio 2022
0,21169
marzo 2022
0,30807
aprile 2022
0,24598
maggio 2022
0,23006
giugno 2022
0,27131
luglio 2022
0,44165
agosto 2022
0,54315
settembre 2022
0,42992
ottobre 2022
0,21150
novembre 2022
0,22451
dicembre 2022
0,29491
gennaio 2023
0,17449
febbraio 2023
0,16107
marzo 2023
0,13638
aprile 2023
0,13497
maggio 2023
0,10573
giugno 2023
0,10534
luglio 2023
0,11209
agosto 2023
0,11189
settembre 2023
0,11570
ottobre 2023
0,13426
novembre 2023
0,12174
dicembre 2023
0,11546
gennaio 2024
0,09916
febbraio 2024
0,08763
marzo 2024
0,08886
aprile 2024
0,08680
PUN monorario mensile

periodo
TTF
1 trim. 2020
0,17855
2 trim. 2020
0,10103
3 trim. 2020
0,06272
4 trim. 2020
0,12272
1 trim. 2021
0,15086
2 trim. 2021
0,17665
3 trim. 2021
0,26457
4 trim. 2021
0,47798
1 trim. 2022
0,85803
2 trim. 2022
0,83816
3 trim. 2022
1,02858
4 trim. 2022
2,55358
1 trim. 2023
1,35683
2 trim. 2023
0,56881
luglio - agosto 2023
0,35652
settembre 2023
0,39639
ottobre 2023
0,46788
novembre 2023
0,45509
dicembre 2023
0,38850
gennaio 2024
0,33374
febbraio 2024
0,29789
marzo 2024
0,30749
aprile 2024
0,32627
TTF trimestrale


Il mercato all'ingrosso dell'energia prevede due importanti modalità di compravendita. Nel mercato del giorno prima caso il meccanismo di domanda ed offerta fissa il prezzo dell'energia per la consegna della stessa il giorno successivo. Nel mercato a termine i grossisti prenotano ai prezzi di mercato l'energia per i mesi e trimestri successivi. Tali valori sono molto indicativi per prevedere l'entità delle tariffe nei mesi a seguire. A tal riguardo il prezzo della componente energia delle tariffa tutelate è la media su quattro trimestri dei prezzi a termine trimestrali. Si considera il trimestre in corso e i tre successivi.

Un attore importante nel mercato energetico è il cosidetto Acquirente Unico ossia il grossista che opera in regime regolamentato cedente l'energia precedentemente acquistata in borsa ai fornitori che erogano il servizio di maggior tutela ai clienti finali di luce e gas, come Servizio Elettrico Nazionale.

Fasi precedenti la vendita dell' energia

L'energia, prima della vendita ai clienti con tariffe indicizzate ai prezzi di luce e gas all'ingrosso, è interessata da varie fasi propedeutiche, la cosidetta filiera energetica Distinguiamo a riguardo la produzione, la trasmissione, la distribuzione e la sopracitata vendita (all'ingrosso e poi al dettaglio). La liberalizzazione dei mercati energetici interessa sia la produzione che la vendita, questo significa che l'energia può essere venduta ma anche generata da varie aziende con centrali proprie. La tramissione e la distribuzione sono invece oggetto di concessioni statali, la prima alla Terna la seconda ai distributori locali competenti cioè per zone territoriali. fasce orarie energia elettrica Per il gas la fase di produzione è sostituita da quella di approvvigionamento costituito per il 90% dall'importazione dall'estero e per la parte restante dall'estrazione nazionale. Seguono le fasi di trasporto e stoccaggio, distribuzione e vendita. Anche per il gas il trasporto e la distribuzione sono oggetto di concessione statale, a Snam per la prima e ai distributori locali per la seconda.

Valutazione fornitore
Confronto tariffe luce

Confronto tariffe gas

OctopusEnergy