Copertura adsl e fibra per casa e ufficio

Per poter disporre, presso la propria casa oppure presso il proprio ufficio, di una connessione internet in rete cablata, sia essa in adsl oppure in fibra, è necessario che la rete dell'operatore raggiunga la tua utenza, ciò direttamente oppure tramite operatore terzo.

Il modo più semplice e affidabile per verificare la copertura che ti riguarda è fare un test sul sito dell'operatore di interesse inserendo il numero di telefono e/o l'indirizzo dell'utenza. Puoi pertanto verificare la copertura degli operatori Telecom, Fastweb, Vodafone, Wind3 e altri direttamente sui rispettivi siti internet. Ciò vale sia per un eventuale cambio gestore che per le nuove attivazioni.

L'autorità di competenza, l'AGCOM, ha introdotto per motivi di trasparenza verso il consumatore l'obbligo di indicare nelle offerte proposte un codice a semaforo per identificare velocemente la tipologia di connessione internet disponibile. Avremo a riguardo un cerchietto verde con la sigla F per indicare una connessione in fibra FTTH, un cerchietto giallo con la sigla FR per connessioni in fibra misto rame oppure in fibra misto radio, e un cerchietto rosso con la sigla R per connessioni solo in rame (adsl) oppure solo via radio (wireless).
copertura adsl, fibra e radio

Copertura internet in adsl

Hai verificato sul sito dell'operatore scelto che sei coperto dall'adsl? A questo punto occorre distinguere due casi, quello di connessione in ull oppure di connessione in wholesale. In entrambi i casi l'ultimo miglio, cioè il collegamento tra centrale e utenza, è tipicamente di proprietà di un soggetto terzo, il gestore di rete.

Per la copertura in ull si dice anche che si è connessi direttamente alla rete dell'operatore di interesse, in tal caso gli apparati a monte dell'ultimo miglio sono di sua proprietà e quindi anche della sua diretta competenza. Viceversa accade nella copertura in wholesale dove tali apparati sono di proprietà del gestore di rete.

Il tipo di connessione adsl è legato alla sua velocità oltre che alla sua affidabilità. A tal riguardo le connessioni dirette alla rete dell'operatore sono di norma di qualità migliore in quanto gestite da un unico soggetto senza intermediazioni, inoltre sono caratterizzate dalla massima velocità nominale di 20 megabit/s.

Copertura internet in fibra

La fibra ottica è la tecnologia più all'avanguardia e più veloce per connettersi a internet da rete fissa, tuttavia è meno capillare dall'adsl anche se in crescita progressiva. La copertura della rete in fibra, da verificare come per l'adsl sul sito dell'operatore scelto, può essere di due tipi in FTTH oppure in FTTC.

Nel primo caso la rete dell'operatore raggiunge l'edificio dove è sita l'utenza, tale copertura offre velocità nominali di 1 gigabit/s (1024 megabit/s). Nel secondo caso, si parla anche di XDSL oppure fibra misto rame in quanto la fibra si limita a raggiungere l'armadio stradale che serve l'utenza per poi proseguire verso di essa con la rete in rame. Con tale modalità si hanno velocità nominali di 100 - 200 megabit/s.

Altra classificazione avviene sulla base del tipo di accesso che l'operatore ha sull'infrastruttura di rete. Qualora la rete sia di proprietà dell'ex-monopolista distinguiamo il VULA (Virtual Unbundled Local Access), SLU (Sub-Loop Unbundling), NGA (Next Generation Access).

La copertura fibra VULA, quella più diffusa e performante prevede che l'operatore è presente con propri apparati nelle centrali telefoniche oltre che mediante affitto sui tratti dalle centrali agli armadi stradali e da questi agli edifici dei clienti.
L'accesso SLU si applica alle connesssioni FTTC e prevede armadi stradali di proprietà dell'operatore con contestuale affitto dei tratti da questi ultimi all'edificio.
L'accesso NGA si distingue per la presenza di punti di raccolta traffico di proprietà dell'operatore e contestuale gestione della connessione del cliente indiretta ovvero da parte del proprietario di rete.

Velocità nominale ed effettiva

La velocità effettiva di una connessione internet è comunque sempre minore di quella nominale che è quella pubblicizzata, ciò per una serie di motivi come le distanze in gioco, lo stato di salute e saturazione della rete, le prestazioni del nostro computer.

In linea di massima se le prestazioni decadono nelle ore di punta (ore serali e lavorative) può trattarsi di problematiche legate alla saturazione di rete.
Qualora invece le prestazioni si mantengono basse e costanti a qualsiasi orario potrebbe trattarsi di un computer con risorse non adeguate oppure di malfunzionamenti imputabili all'operatore.
Per escludere la prima ipotesi sarebbe utile testare la connessione con un altro dispositivo oppure verificare un utilizzo non intenso della cpu caratterizzato da frequenti attivazioni delle ventole di raffreddamento.

Assenza di copertura in rete fissa

Se la tua utenza non è raggiunta nè dalla fibra ottica nè dall'adsl, come alternativa potresti provare a verificare se sei coperto da una rete wireless usufruendo di offerte internet in modalità radio. Tale tecnologia prevede di installare un antenna dedicata al recepimento del segnale radio da parte dell'operatore permettendo poi di raggiungere velocità nominali dell'ordine dell'adsl.

Valuta il tuo operatore